WOLFGANG BUTTRESS

l’alveare kew gardens
“La proposta coinvolge in modo interessante l’idea di ‘provvisorio’. Utilizza l’aspetto temporaneo dell’installazione per impegnarsi con attenzione con lo scopo e le esigenze a breve e lungo termine del terreno”, hanno affermato i giudici. Progettato originariamente per l’Expo 2015 di Milano, The Hive è stato trasferito per due anni a Kew Gardens, nel centro di Londra, dove ha fatto parte di uno spazio per eventi. Progettato per dare ai visitatori uno sguardo sulla vita delle api che lavorano, il padiglione è stato costruito con 169.300 singoli componenti in alluminio dotati di centinaia di luci a LED. Man mano che il prato che circonda la struttura cresce, iniziano a fiorire diverse specie di piante, portando con sé i suoni di vere api che esaltano l’esperienza multisensoriale del padiglione. L’installazione estetica e simbolica ne rappresenta l’omonima, con l’obiettivo di mostrare ai visitatori l’importanza di proteggere l’ape.

De Module & Coloko

Motion Paintings
Questo lavoro è ispirato da uno degli spettacoli più straordinari della natura: l’enorme stormo di uccelli, dove poche centinaia di uccelli si girano e si attorcigliano contemporaneamente creando un’unica grande nuvola. Abbiamo tradotto questi movimenti e forme in un disegno panoramico di diversi elementi che variano in lunghezza, spessore, colore e rotazione.

YUNCHUL KIM

CROMA III
Kim è noto per le sue sculture meccaniche che incorporano teorie scientifiche e matematiche e anche come compositore di musica elettroacustica. Per questa Triennale, Kim presenta Chroma III, che applica la teoria dei nodi in matematica per strutturare centinaia di celle polimeriche […]

LOIE FULLER

Danse Serpentine

La Serpentine è un’evoluzione della gonna dance, una forma di danza burlesque arrivata da poco negli Stati Uniti dall’Inghilterra. La danza della gonna era di per sé una reazione contro le forme “accademiche” di balletto, incorporando versioni addomesticate di danze popolari e popolari come il can-can. La nuova danza è stata originata da Loïe Fuller, che ha fornito diversi resoconti di come l’ha sviluppata. Secondo il suo racconto, che è ampiamente riportato, non avendo mai ballato professionalmente prima, ha scoperto accidentalmente gli effetti della luce del palcoscenico proiettata da diverse angolazioni sul tessuto di garza di un costume che aveva frettolosamente assemblato per la sua performance nella commedia Quack MD, e spontaneamente ha sviluppato la nuova forma in risposta alla reazione entusiasta del pubblico nel vedere il modo in cui la sua gonna appariva alle luci. Durante il ballo ha tenuto la sua lunga gonna tra le mani e l’ha agitata, rivelando la sua forma all’interno. Nelle parole dello storico della danza Jack Anderson, “Il costume per la sua Serpentine Dance consisteva in centinaia di metri di seta cinese che lei lasciava fluttuare intorno a lei mentre gli effetti di luce suggerivano che stesse prendendo fuoco e assumendo forme che ricordavano fiori, nuvole, uccelli ., e farfalle. “

TEAM LAB

Universo di particelle d’acqua
Universe of Water Particles è una cascata creata in un ambiente simulato al computer. Una roccia virtuale viene prima scolpita e l’acqua generata dal computer composta da centinaia di migliaia di particelle d’acqua viene poi versata su di essa. Il computer calcola il movimento di queste particelle per produrre un’accurata simulazione di cascata che scorre secondo le leggi fisiche. Successivamente, viene selezionato lo 0,1 percento delle particelle e vengono tracciate delle linee in relazione ad esse. La sinuosità delle linee dipende dall’interazione complessiva tra le particelle d’acqua e forma la magnifica cascata vista sullo schermo.