CLAP STUDIO

Installazione della nebbia
Un’installazione progettata da Clap per Minsk, in Bielorussia, realizzata da volontari della città stessa. Per il concept di questa installazione Clap parte dalla storia di Minsk, città che durante la seconda guerra mondiale è stata devastata. Le bombe distrussero l’80% degli edifici e la città non fu ricostruita fino agli anni ’50. Ecco perché la popolazione di questa città ricorda questi tempi come qualcosa di spiacevole e molti di loro preferiscono non parlarne. Lo studio di progettazione parte da un volume geometrico che rappresenta in modo concettuale il volume di un edificio. Immaginano che le bombe cadano su di lui distruggendolo, generando nuove aperture e volumi nuovi di zecca. Queste nuove aperture risultano ingegnosamente in un ingresso e un belvedere in alto. La distruzione lascia il posto alla funzione genera tribune, scale e sedili. Dall’interno, la vita si fa strada sotto forma di albero, superando l’altezza dell’installazione stessa.

Pia Myrvold

FLOW

Dall’inizio degli anni ’80, Pia MYrvoLD ha lavorato in un ampio campo di tecniche, sviluppando e combinando diversi mezzi: pittura, suono, video, design infrastrutturale, arte vivente e urbanistica e nuove tecnologie. La ricerca ibrida di MYrvoLD all’interno dei media visivi ha dato al mondo dell’arte e del design concetti nuovi e unici, tra cui CyberCouture, vestiti come editoria, opere multi-superficie, interfacce femminili e progetti nell’area di confine tra spazi virtuali e reali – con l’arte interattiva come un elemento ricorrente. MYrvoLD – che ha iniziato come pittrice – ha continuato anche con i media tradizionali e produce continuamente nuove serie di dipinti, grafica, sculture e video, dove la sua narrativa visiva si riferisce alla tecnologia, alla codifica del DNA, agli oggetti e alle interfacce sensoriali, dove la dialettica tra l’oggetto e lo spazio suggerisce linee guida e nuovi codici su come la società può utilizzare e sviluppare nuova sensualità.

ELECTRONICOS FANTASTICOS!

Barcodress/Barcodance
ELECTRONICOS FANTASTICOS! Il progetto ha reincarnato vari dispositivi elettronici di consumo in pensione come strumenti musicali come Electric Fan Harp, CRT-TV Drums, Air Conditioner Harp ecc. La band li suona catturando le onde elettromagnetiche. Il progetto Barcodress mira a creare il nuovo tipo di performance di danza. Gli abiti che hanno registrato suoni come motivi a strisce, i ballerini e gli artisti che scansionano gli abiti, insieme creano onde sonore elettriche in tempo reale. Espandendo i principi della registrazione e riproduzione del suono al corpo, esploriamo nuove possibilità per l’espressione della musica e della danza.

Cerith Wyn Evans

….the Illuminating Gas
Concepita come una composizione armonica di luce, energia e suono, “….the Illuminating Gas” è la più grande mostra mai realizzata da Cerith Wyn Evans (Llanelli, Galles, Regno Unito, 1958; vive e lavora a Londra) e presenta una straordinaria selezione di ventiquattro opere tra sculture storiche, complesse installazioni monumentali e nuove produzioni, che offrono ai visitatori un’esperienza sinestetica unica.

NICK KNIGHT

ニックナイト
Ник Найт
ניק נייט
닉 나이트
Nick Knight diventa famoso con un libro fotografico dedicato agli Skinheads di Londra nel 1982, da li in poi la sua carriera è in ascesa e diretta prepotentempente verso una nuova concezione di comunicazione; oltre che un uso e una curiosità spasmodica verso le nuove tecnologie e la loro applicazione comunicativa.

NICK KNIGHT

ニックナイト
НИК НАЙТ
ניק נייט
닉 나이트
Nick Knight diventa famoso con un libro fotografico dedicato agli Skinheads di Londra nel 1982, da li in poi la sua carriera è in ascesa e diretta prepotentempente verso una nuova concezione di comunicazione; oltre che un uso e una curiosità spasmodica verso le nuove tecnologie e la loro applicazione comunicativa.

NICK KNIGHT

ニックナイト
НИК НАЙТ
ניק נייט
닉 나이트
Nick Knight diventa famoso con un libro fotografico dedicato agli Skinheads di Londra nel 1982, da li in poi la sua carriera è in ascesa e diretta prepotentempente verso una nuova concezione di comunicazione; oltre che un uso e una curiosità spasmodica verso le nuove tecnologie e la loro applicazione comunicativa.