Compañia Nacional de Danza

フォーサイスとの夜
したがって、フランツ・シューベルトの第9交響曲のフィナーレでの正確さの畏怖の念を起こさせるスリルは、他の振り付けの分野を探求するための純粋な古典的技法を演じます。ここでは、パ・ド・ドゥのようなソロが妙技の限界を押し広げているようです

MALIN BÜLOW

Legame elastico
Le installazioni performative di Bülow attirano l’attenzione sul corpo e in particolare sulla pelle. Con accanto alla acutezza clinica cerca di toccare i punti deboli relazionali intorno alla nostra esistenza. Collabora con danzatori che diventano attivatori e detentori dei suoi interventi elastici, sensi-claustrofobici.

JEREMY SHAW

Verso Il Riconoscimento Universale
“Shaw presenta Towards Universal Pattern Recognition, una serie di fotografie d’archivio incorniciate sotto acrilico prismatico lavorato su misura. Le opere, che lui chiama sculture ottiche, raffigurano persone in stati trascendenti a cui si accede attraverso la preghiera, la danza, lo yoga e simili. Fungono da anteprima per i video, che vengono proiettati in spazi meticolosamente costruiti, ciascuno con otto sedie da ufficio che si affacciano su un unico schermo “. Diana Hiebert

PETER WILLIAM HOLDEN

Vicious Circle

file festival

Come molti della mia generazione, sono cresciuto succhiando un tubo a raggi catodici e facendo il bagno nelle onde radio. Tutto questo è rappresentato all’interno del mio lavoro, in un collage di movimento, luce e suono. Attualmente con il mio lavoro sto esplorando modi per dissolvere i confini tra cinematografia e scultura. Le mie recenti ricerche su questo tema hanno coinvolto l’uso di computer combinato con elementi meccanici per creare installazioni simili a mandala. Queste installazioni sono il mio mezzo e le uso per creare animazioni effimere. Questa effimera coreografia di movimento è il punto focale del mio lavoro. Credo che questo fascino per le immagini in movimento e la trasformazione degli oggetti derivi dalla mia giovinezza, dove i primi computer domestici degli anni ’80 mi hanno dato uno sguardo nel meraviglioso mondo della matematica applicata. Su questi computer è stato possibile con codici semplici generare fantastici schemi e suoni astratti e quell’incontro ha distrutto per sempre il confine nella mia mente tra astratto e reale. Anche la danza gioca un ruolo significativo nel mio lavoro; Sono stato attratto dalla musica elettronica. L’electro con il suo suono sintetizzato mi ha introdotto alla break-dance e la mia anima è stata catturata dalla bellezza del movimento fisico coreografato.

COMPAGNIA TPO

Farfalle

Da bruco a farfalla, segui la deliziosa trasformazione con Compagnia TPO, una delle principali compagnie italiane di teatro per bambini. Osserva il movimento di una farfalla. Il battito delle sue ali sembra come se un pennello delicato stesse dipingendo l’aria, ma sembra anche una danza. Utilizzando la tecnologia di motion capture, Compagnia TPO ti invita a vivere un’esperienza festosa, giocosa e teatrale. Costellato di momenti di partecipazione, i bambini sono invitati a guardare e unirsi ai ballerini della compagnia. Dipingi con le braccia, componi ninne nanne con i piedi e insegui i bruchi a quattro zampe. Dotato di uno straordinario spazio per le esibizioni sensibile al tocco, Butterflies crea un ambiente immaginario sia per gli artisti che per gli spettatori curiosi.

DAIRAKUDAKAN

大駱駝艦
THE GOLDENS

Fundada en 1972 como una de las primeras compañías de danza Butoh, Dairakudakan es formado por Akaji Maro, basado en los principios “Tempu-Tenshiki” (‘nacer en el mundo es ya de por si tener un gran talento’), creado por Maro, y “Miburi-Teburi” (‘uso de las manos y el cuerpo’). Esta agrupación aparece en la escena internacional en 1982 con el estreno mundial de “Kaiin no Uma ” (El Caballo del Marinero) en Avignon, Francia. Desde entonces la palabra “butoh” ha tenido un gran impacto en otras formas de danza contemporánea.

Roser Lopez Espinosa

Lowland
“Lowland es una miniatura esculpida con precisión de relojería. Una danza milimétrica, sugerente e hipnótica. // Al final de este extenuante duelo físico, los dos intérpretes, jadeantes, parecen convencidos de que realmente han volado. Nosotros también.”

LOIE FULLER

Danse Serpentine

La Serpentine è un’evoluzione della gonna dance, una forma di danza burlesque arrivata da poco negli Stati Uniti dall’Inghilterra. La danza della gonna era di per sé una reazione contro le forme “accademiche” di balletto, incorporando versioni addomesticate di danze popolari e popolari come il can-can. La nuova danza è stata originata da Loïe Fuller, che ha fornito diversi resoconti di come l’ha sviluppata. Secondo il suo racconto, che è ampiamente riportato, non avendo mai ballato professionalmente prima, ha scoperto accidentalmente gli effetti della luce del palcoscenico proiettata da diverse angolazioni sul tessuto di garza di un costume che aveva frettolosamente assemblato per la sua performance nella commedia Quack MD, e spontaneamente ha sviluppato la nuova forma in risposta alla reazione entusiasta del pubblico nel vedere il modo in cui la sua gonna appariva alle luci. Durante il ballo ha tenuto la sua lunga gonna tra le mani e l’ha agitata, rivelando la sua forma all’interno. Nelle parole dello storico della danza Jack Anderson, “Il costume per la sua Serpentine Dance consisteva in centinaia di metri di seta cinese che lei lasciava fluttuare intorno a lei mentre gli effetti di luce suggerivano che stesse prendendo fuoco e assumendo forme che ricordavano fiori, nuvole, uccelli ., e farfalle. “

ELECTRONICOS FANTASTICOS!

Barcodress/Barcodance
ELECTRONICOS FANTASTICOS! Il progetto ha reincarnato vari dispositivi elettronici di consumo in pensione come strumenti musicali come Electric Fan Harp, CRT-TV Drums, Air Conditioner Harp ecc. La band li suona catturando le onde elettromagnetiche. Il progetto Barcodress mira a creare il nuovo tipo di performance di danza. Gli abiti che hanno registrato suoni come motivi a strisce, i ballerini e gli artisti che scansionano gli abiti, insieme creano onde sonore elettriche in tempo reale. Espandendo i principi della registrazione e riproduzione del suono al corpo, esploriamo nuove possibilità per l’espressione della musica e della danza.

CARL KLEINER

Posture dei tulipani
Carl Kleiner crea contenuti editoriali eleganti per marchi di moda e lifestyle, e questa sensibilità si manifesta nella sua serie di foto e video Postures che presenta tulipani disposti ad arte. Utilizzando minime aste di metallo, piegate alle estremità e agli angoli strategici, Kleiner mette in mostra le curve aggraziate dei lunghi colli dei fiori e petali e foglie delicatamente arruffati. Un ulteriore senso di movimento viene instillato attraverso il video in stop-motion, che combina le foto dei sottili cambiamenti dei fiori in una danza drammatica.

Daito Manabe

Morphecore
El célebre diseñador, artista, investigador y productor Daito Manabe trabaja en la intersección de la ciencia, la música, la performance y la tecnología. Su actuación se desarrolla, como es habitual, entre la performance audiovisual, la danza y una conferencia.

Akram Khan

XENOS
[…] Comisionada por 14-18 NOW el programa de Arte para conmemorar el centenario de la Primera Guerra Mundial, Akram reproduce en esta obra los archivos del siglo XX y da voz al un conmocionado bailarín Indú reclutado por el Imperio Británico, para luchar en las trincheras. XENOS revela la belleza y el horror de la condición humana en el retrato del Hindú cuyo cuerpo, formado en la danza, se ve forzado a convertirse en un instrumento de guerra. Despojado de su tierra y su arte interpreta la injusticia a la que fueron sometidos miles de Indues a los que nunca se les puso rostro.

AKI SASAMOTO

笹本 晃
Secrets of my Mother’s Child

La prima personale dell’artista giapponese Aki Sasamoto (1980, Yokohama) giovanissima artista giapponese, trapiantata a New York, si è imposta sulla scena artistica internazionale con la sua arte che spazia dalla performance alla danza, dalla scultura al disegno, che realizzerà per l’occasione una nuova versione dell’installazione performativa Secrets of My Mother’s Child, presentata lo scorso 2009 al centro espositivo “The Kitchen” di New York.

COMPAGNIE MARIE CHOUINARD

МАРИ ШУИНАР
Biennale Danza 2018
The programme of the 12th International Festival of Contemporary Dance of the Biennale di Venezia will bring to the stage, in the spaces of the Arsenale in Venice the artists whom I believe today represent the essence of dance as nourishment for the mind and the intellect rather than as a pure aesthetic object.

Hyperchoreography

An interactive installation between dance

L’ipercoreografia è un’installazione video interattiva a sei schermi. Puoi attivare e controllare il video dei sei ballerini nel lavoro con i tuoi movimenti del corpo. Puoi diventare un ballerino o anche un coreografo del lavoro, sperimentando la gioia illimitata della danza e della danza. L’ipercoreografia è un’esperienza emozionante e stimolante che ti offre una panoramica dell’arte della coreografia e dello screendance. L’ipercoreografia è una nuova installazione concepita dagli artisti dello screendance Simon Fildes e Katrina McPherson della pluripremiata compagnia di produzione indipendente scozzese Goat. L’opera d’arte è stata creata in collaborazione con il coreografo tibetano di fama internazionale Sang Jijia, il produttore musicale veterano Dickson Dee, sei ballerini eccezionali e il creativo locale, LazyAnt.

ALBA CASANOVA AND CROMA VALENCIA

videodanza partida